Orniello , Fraxinus ornus L.subsp.ornus, Oleaceae, P scap, P caesp

E' chiamato anche Orniello. Della famiglia delle Oleaceae, come l’ ulivo e….il gelsomino.
Il nome deriva dal gr. frasso = difendo. Era infatti molto usato nelle siepi.
Ornus dal gr. oròs = monte, che cresce sui monti.
Insieme a Carpino nero e Roverella, forma i boschi cedui delle colline in una caratteristica associazione riscontrabile solo sul carso triestino e nel Monferrato.
Lo si riconosce in primavera per i densi e profumati ciuffi bianchi di cui si copre con i primi soli.
Nell’ antichità era considerato sacro. Odino avrebbe tratto dal legno di un frassino il primo uomo.
Buono da ardere e molto impiegato per la costruzione di utensili di qualità.
Mauro Corona lo descrive così:
“Il frassino si può definire l'effeminato del bosco. Non cresce mai dritto. Il suo tronco si sviluppa con movenze e curve inequivocabilmente femminili. Come tutti i diversi è sensibilissimo e quindi procede, attraverso la vita, con grandi difficoltà. Viene deriso dai "veri uomini", quindi cerca di evitare, il più possibile, incontri con maggiociondoli e carpini, gente buona ma dura e maschilista fino al midollo, che non perde occasione di stuzzicarlo e dileggiarlo con sarcasmo. Nonostante il corpo grazioso, il frassino, è un legno duro e tenace, dal carattere buono e pronto a sopportare i pesi della vita”.
 

In questo sito potrai trovare informazioni utili per organizzare una vacanza o una escursione in una delle zone più belle d’Italia.

Paesaggi ricchi di storia e di interesse naturalistico si accompagnano ad una proposta enogastronomica e di accoglienza di primissima qualità.


Iniziativa realizzata con il contributo di
Regione del Veneto - Assessorato alle Politiche sociali, Volontariato e Non Profit
Fondazione Cariverona
Ser.i.t. srl
 

© 2021 - Colline Veronesi

Progetto promosso dall'Associazione di Promozione Sociale IL CARPINO | info@collineveronesi.it